Cenni storici sull'Asilo

Una storia che va avanti da oltre 90 anni

I primi tentativi di formazione di un asilo infantile risalgono al 1915 quando, nel salone della Filarmonica Devesina, a cura di alcuni volontari, vengono ospitati i primi bambini in attesa di una migliore sistemazione.

Nel 1917 l'asilo trova posto nei locali dell'allora Palazzo Marietta (di fronte alle attuali scuole) ma si tratta sempre di una sede impropria e poco pratica.

Nel 1919, vengono chiamate a Devesi (su consiglio di un vercellese a servizio presso la famiglia Olivetti) le Suore di S.Maria di Loreto. Le stesse si inseriscono rapidamente nell'ambiente e nella vita dei devesini, adoperandosi oltre che nell'asilo, anche alla formazione delle giovani ragazze impartendo loro lezioni di ricamo, cucito, canto e altre attività varie.
Sorse, intanto, un comitato promotore spontaneo, formato da alcuni capofamiglia, che si impegnò a trovare una soluzione definitiva all’annosa questione della sede. L'opera si reggeva infatti principalmente sulle rette, per l'altro molto modeste a quei tempi, nonchè sui contributi spontanei dei borghigiani e sui proventi delle varie iniziative (recite, banchi di beneficenza, ecc..).

Nel 1922, la Congregazione decide il trasferimento delle Suore perché, così come risulta organizzato, l'asilo non consente alle religiose un'adeguata autonomia e privacy. La decisione addolora molto i devesini, anche se da diverso tempo possono contare sulla presenza di un'ottima maestra d'asilo precedentemente convocata dalle Suore stesse.

Il problema della sede viene affrontato e risolto definitivamente nel 1925, quando il comitato, indicendo una sottoscrizione, trova il terreno per edificare l'immobile grazie alla generosità dei coniugi Carlo e Maria Richiardi, i quali cedono gratuitamente un'area di loro proprietà oltre a devolvere una cospicua offerta di denaro per la causa, mentre procedono instancabili le ricerche di finanziamenti per portare a compimento l'intera l'opera.
In fase d'opera si svilupparono diverse difficoltà ed i fratelli Rodolfo e Carlo Olivetti, in memoria anche della loro mamma Teresa, grande sostenitrice dell'istituzione nei giovani, sostennero decisamente il comitato portando finalmente a compimento l'opera, che nella primavera del 1929 può quindi dirsi ultimata e pienamente funzionante nella nuova e definitiva sede.
Con la nuova sede faranno il loro ritorno anche le Suore, che tutt’ora risiedono nella struttura e collaborano instancabilmente alla gestione della stessa.

Nel 1975, l'amministrazione guidata dal Presidente Geom. Gianni Olivetti, succeduto al padre Cav.Rodolfo che resse la carica per oltre 40 anni, affronta l'ampliamento e l'ammodernamento dell’edificio, passo necessario per dare nuova funzionalità ai locali e venire incontro alla sempre maggiori iscrizioni.

Nel 1987, il consiglio d'amministrazione, grazie ad un contributo del Comune e della Regione promuove i lavori per il nuovo refettorio ricavando inoltre un ampio salone per le attività creative.

La Scuola, fin dalle sue origini ha sempre posto come finalità ultima, l'educazione del bambino, unico e irripetibile con le sue esigenze di libertà, di accompagnamento nella crescita, di ambienti, modi e mezzi a lui adeguati.